L’onorevole Guidesi visita la N3: “Azienda che crede nel territorio”

“Avvieremo la flat tax partita Iva con l’estensione del regime forfettario 2019 al 15 per cento ai contribuenti con un volume d’affari fino a 65mila euro. E dal 2020 sarà la volta dell’aliquota flat tax al 20 per cento per le partite Iva e per la parte eccedente dei ricavi fino a 100mila”. È quanto annunciato ieri dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Guido Guidesi durante la sua visita allo staff di “N3 – Hack for business”, azienda di Codogno che si occupa di informatica, consulenza e innovazione digitale, un’occasione in cui sono stati toccati più temi: dalle esigenze di una piccola media impresa di sviluppo software, alle sue soddisfazioni, fino alla promozione di progetti per il territorio.

In particolare, durante la visita alla sede di via Pandolfi, l’onorevole lodigiano ha evidenziato come il governo intenda inserire nella manovra economica, in via di approvazione, alcune novità per aiutare le piccole medie imprese e per agevolare il lavoro giovanile.

onorevole guido guidesi visita n codogno

Danilo Pezzi e Giosuè Cremonesi, due dei quattro soci di N3, hanno sottolineato come l’azienda, che ha lavorato e che tuttora lavora con grossi clienti in Italia e all’estero, sia fortemente motivata a investire sul territorio Lodigiano con le sue business unit e con nuovi specifici progetti.

“In particolare, stiamo puntando alla promozione di un brand agroalimentare caratterizzato da aziende di eccellenza del Basso Lodigiano – hanno svelato Pezzi e Cremonesi -. In questo senso anche la decisione di stabilizzare la sede a Codogno, nella Bassa risponde a una scelta precisa; N3 avrebbe potuto aprire la propria sede a Milano, ma crede nel suo territorio d’origine che intende valorizzare al suo interno, fornendo le sue competenze e all’esterno promuovendo il territorio stesso in Lombardia e in Italia”.

Una strategia che ha ricevuto il plauso dell’onorevole del Carroccio. “É bello vedere un’impresa innovativa, composta da giovani, che punta sul territorio facendo comunicazione per farlo conoscere – ha detto Guidesi -. Un esempio da imitare. Incontri come questi, diretti e senza filtri con le piccole medie imprese, vero motore dell’economia italiana e del territorio, aiutano a capire le loro esigenze e i loro progetti”.

onorevole guido guidesi con lo staff di n codogno

tratto da Il Cittadino – Quotidiano del Lodigiano e del Sudmilano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *